Home

Eremo Santuario Beato Rizzerio Casa "F. Arsini"

 

Pasqua dei Giovani

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 25 Marzo 2015 09:24 )

 

La Vetrinetta

 

Luca Merlo, Yves Congar, Morcelliana, Brescia 2014, pp. 128, € 12,50.
 
Il secolo scorso è stato il secolo del Concilio Vaticano II. Quest’evento ebbe una lunga incubazione preparatoria per opera di personalità che, dai settori più vari della cultura, in certa misura lo prepararono, ne avvertirono l’urgenza, contribuirono anche per chiamata a collaborarvi e s’impegnarono profondamente a darci i Documenti che illuminano la vita contemporanea della Chiesa cattolica.
A titolo di utile ricordo, anche se ingiusto perché il numero è troppo lungo per ricordarne molti, ecco: Guardini, von Balthasar, De Lubac, Rahner, Barth, Daniélou, Bonhoeffer. La loro riflessione teologica ha raggiunto le profondità della fede perché ha descritto i legami del mistero uomo in relazione con Dio, proiettando uno sguardo nuovo sulla storia e sulla Chiesa. Questo pensiero rianimò la speranza, di cui il Cristianesimo è portatore da duemila anni, annunciata con il Natale e proclamata nella Pasqua di risurrezione.
Il teologo Giacomo Canobbio dirige la collana Novecento teologico che, nel ventinovesimo titolo, propone questa biografia critica di Yves Congar, scritta da L. Merlo. Invito a leggere il profilo umano, religioso e teologico di questo padre domenicano che ha servito la Chiesa donando al Concilio Vaticano II tra i contributi più importanti e più urgenti, in uno stile semplice e fedele alla grande tradizione dei Padri della Chiesa.
Quanto Papa FRANCESCO oggi viene proponendo con la Sua vita e il Suo magistero richiama i contributi più significativi di Congar: la riforma della Chiesa, la collegialità, la sinodalità, il laicato, la Parola di Dio, la scelta per i poveri, la libertà di coscienza, la dignità della persona. “Per la Chiesa stessa, la verità totale non si trova che nella comunione totale. Tradizione non vuol dire ripetizione, e neppure propriamente passato… Essa è la presenza del principio in tutte le tappe del suo sviluppo”.
Non bisogna confondere la Tradizione con le tradizioni inerenti a culto e disciplina (la posizione del vescovo Lefebvre). Per Congar, ritornare alla Tradizione è vivere la medesima fedeltà del principio in ogni momento della sua storia. Fedele interprete della persuasione dei Padri secondo i quali la Chiesa “semper reformanda est”, la figura di Congar appare come un autorevole padre moderno che mentre approfondisce le note della Chiesa – una santa cattolica e apostolica – ne riafferma la cattolicità come “riferimento vivente, per nulla servile e meccanico, all’autorità apostolica voluta dal Signore”.
La lettura di una biografia, come questa di Congar, rappresenta una maniera piana per venir informati e formati su problematiche e vicende che, se analizzate in modo tematico, astratto e con metodologia rigorosamente scientifica, rischia di non far avvicinare un grande pubblico. Diversamente, mediante la vita di P. Congar siamo introdotti nel grande avvenimento del Vaticano II e nella sua attualità.
(fgb)

 

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 11 Marzo 2015 18:09 )

 

Festa per il Cardinale Menichelli

 

Invito alla festa di accoglienza
per il Cardinale Edoardo MENICHELLI
 
L’Arcivescovo e il Sindaco di San Severino Marche, a nome delle Comunità, hanno organizzato una festa di accoglienza per la creazione a Cardinale dell’Eminentissimo Edoardo MENICHELLI, Arcivescovo di Ancona-Osimo, che si svolgerà domenica 8 marzo a partire dalle ore 17,00 con la Solenne Concelebrazione nella Concattedrale di S. Agostino.
I Sacerdoti dell’Arcidiocesi sono invitati a partecipare sospendendo le celebrazioni pomeridiane per condividere la gioia e l’onore attribuito da Papa FRANCESCO a un sacerdote del nostro Clero e a un Concittadino.
I Sacerdoti sono pregati di portare camice e stola viola.

 

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 04 Marzo 2015 10:49 )

 

La Vetrinetta

 

Laura Mirakian, Siria Perché. Lettere da Damasco, Introd. Antonia Arslan, Guerini e Associati, Milano 2014?, pp. 154, € 14,50.
 
L’ambasciatrice italiana Laura Mirakian riesce a legare con profondo interesse e sofferta partecipazione quanto il suo ruolo diplomatico le permette di vivere con la tragica storia degli Armeni da cui proviene la sua famiglia.
L’Autrice parte dall’esperienza dell’incontro, nel 2001, nel monastero di Mar Musa, con il gesuita P. Paolo Dall’Oglio, il quale riuscì a ridar vita a questo antichissimo monastero non solo con la presenza di religiosi e religiose cristiani di tradizioni liturgiche orientali, ma promuovendo un’intensa animazione comunitaria cristiano-islamica. Mediante il dialogo, la preghiera, la solidarietà fraterna e la conoscenza reciproca, il monastero divenne in breve un riferimento di convivialità e di accoglienza reciproca.
Nella drammatica situazione odierna della Siria non si hanno più notizie di Padre Paolo, uomo generoso e profetico nel suo slancio di comunione e di pacifica condivisione possibile anche dei doni della fede cristiana e dell’Islam. L’Autrice, pur raccontando sotto forma di epistolario quanto conobbe ed esplorò già quattro anni prima dell’esplosione dell’attuale conflitto in Siria, intuì la tensione e l’avvertì come incubazione di sviluppi inquietanti anche se lontani.
Dal fascino della storia millenaria del monastero, dal secolo VI al XVI, l’ambasciatrice fa gustare le bellezze antiche e nuove di questa terra che sembrava refrattaria ai cambiamenti riuscendo a tenere insieme il mosaico dei musulmani sunniti, alawiti e sciiti, degli ismaeliti, dei drusi e dei cristiani melchiti, siriaci e latini. In questo scenario, improvvisamente e con un’accelerazione imprevedibile, esplose la tragica situazione di una guerra insensata e carica d’inquietante paura per tutto il Mediterraneo.
Nell’introduzione, la scrittrice Antonia Arslan, che onora la cultura e celebra la storia degli Armeni in premiati romanzi, poesie, traduzioni, pubblicistica varia in Italia e all’estero, invita a leggere “questa piccola gemma: materia incandescente racchiusa in una forma lieve, come esige lo statuto del genere epistolare, in uno stile di conversazione familiare, pulito e affabile, che s’incendia però ogni tanto dei riflessi della luce e dei colori d’Oriente”. È in quest’Oriente che, agli inizi del Novecento, scoppiò un genocidio che decimò l’Armenia cristiana, distruggendone la cultura e sradicando le radici di questo Popolo. La storia delle radici famigliari delle autrici non può non ricordare il buio del passato ma, negli scritti di Laura Mirakian e Antonia Arslan, è vivida la speranza di un futuro buono e bello.
(fgb)

 

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 04 Marzo 2015 10:47 )

 

Vetrinetta

Marco Cardinali, Alle sorgenti della vita. Edizione speciale per l’Anno della Vita Consacrata, Lateran University Press, Città del Vaticano 2015, pp.165, € 9,00.

 

L’anno 2015 è stato dedicato da Papa Francesco alla Vita Consacrata, dono di Dio alla sua Chiesa. Per questa ragione, è utile, non solo per i consacrati/e ma per tutti i credenti, dedicare un po’ di tempo alla riscoperta di questa realtà che appartiene imprescindibilmente a tutta la Chiesa.

Per approfondire e rendere meno astratto questo impegno, propongo la lettura di un agile libretto di recentissima pubblicazione, edito dalla Lateran University Press e scritto da Marco Cardinali, direttore della medesima casa editrice, dottore in Teologia e laureato in Scienze e Tecniche Psicologiche, valente collaboratore di Radio Vaticana.

Il libro contiene la Lettera Apostolica a tutti i consacrati di Papa Francesco e la Lettera Rallegratevi della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica (CIVCSVA). Insieme a questi documenti del Magistero, l’Autore raccoglie interventi e testimonianze le più varie sul tema della vita consacrata.

Si tratta di contributi posti in continuità con l’Esortazione apostolica post-sinodale Vita consecrata di Papa San Giovanni Paolo II del 1996 che continua a rappresentare, dopo la Perfectae caritatis del Concilio Vaticano II, il documento più importante e maggiormente attuale sulla vita dei religiosi.

Trattandosi, però, di una realtà viva e perennemente chiamata a confrontarsi con le variabili culturali, storiche, geografiche e politiche più diverse, gli interventi raccolti dal Cardinali sono quanto mani necessari a coglierne l’attualità dell’impulso missionario e la dinamicità del progressivo adattamento ai segni dei tempi.

Sono quattro le voci che l’Autore ha ascoltato per rappresentare al meglio questa lettura trasversale. Innanzitutto quella del vescovo Mons. Enrico Dal Covolo (Salesiano e Rettore della PUL), che approfondisce le sorgenti cristologico-trinitarie della vita consacrata. Segue quella di Mons. Joseph Tobin (Congregazione del Ss. Redentore, Arcivescovo e già Segretario della CIVCSVA), che si sofferma sulla spiritualità di comunione dal punto di vista della mondializzazione. È poi la volta di una voce femminile, quella di Suor Enrica Rosanna (delle Figlie di Maria Ausiliatrice e già Sottosegretario della CIVCSVA), che affronta il tema dell’intraprendenza, inventiva e santità tracciando un bilancio tra la strada percorsa e gli slanci profetici della vita consacrata. Conclude il percorso la voce di Mons. Sebastiano Paciolla (Cistercense e attuale Sottosegretario della CIVCSVA), che illustra la realtà delle nuove forme di vita consacrata precisandone la terminologia e presentando alcune prassi canoniche.

La lettura si presenta agevole per tutti e permette ad ogni credente, già consacrato nel battesimo, un utile e reciproco confronto con le altre vocazioni. In questo caso, con quella di una vita totalmente consacrata a Dio nella forma dei consigli evangelici. (fgb)

 

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 26 Febbraio 2015 09:05 )

 

Visita del card. Edoardo Menichelli

Manifestino visita card Menichelli

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 23 Febbraio 2015 11:37 )

 

Pubblicata la 4a parte del sussidio pastorale 2014-2015

È stata pubblicata la nuova parte del sussidio pastorale unitario 2014-2015

link alla nuova parte (la quarta):

Sussidio pastorale unitario
- LA SEQUELA -
sentieri di comunione per l’anno pastorale 2014-2015 – ( 4a parte )


Link alle parti precedenti:

link alla 3a parte:

Sussidio pastorale unitario
- LA SALVEZZA -
sentieri di comunione per l’anno pastorale 2014-2015 – ( 3a parte )

link alla 2a parte:

Sussidio pastorale unitario
- PER LA VITA DEL MONDO -
sentieri di comunione per l’anno pastorale 2014-2015 – ( 2a parte )

link alla 1a parte:

Sussidio pastorale unitario
- PER LA VITA DEL MONDO -
sentieri di comunione per l’anno pastorale 2014-2015 – ( 1a parte )

Il link per scaricare le quattro parti del sussidio è anche nella colonna destra del sito.

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 23 Febbraio 2015 11:21 )

 

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 37

Agenda diocesana

L’agenda pastorale

2014/2015

 

 

 

 

 

 

 

 

 >> Agenda diocesana

Sussidio pastorale unitario

2014/2015

 

 

 

 

 

 

 

 >> Sussidio pastorale unitario (1a parte)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 >> Sussidio pastorale unitario (2a parte)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 >> Sussidio pastorale unitario (3a parte)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 >> Sussidio pastorale unitario (4a parte)

La Bibbia CEI
Santa Camilla Battista

Santi del Giorno
Orologio
Ulti Clocks content
Utenti collegati
 7 visitatori online
Contatore

Contatore visite gratuito

 
Contatti